Meditazione

GIOVEDI' 10 GIUGNO 2021

INTRODUZIONE ALLA

MEDITAZIONE TIBETANA

 

CICLO DI 4 INCONTRI

 

17, 24 giugno 1, 8 luglio

dalle 19 alle 20.15


 

Il programma in breve:
- La meditazione e la mente: il respiro, la chiarezza della mente, la continuità della mente
- Le meditazioni analitiche: la vacuità, l’impermanenza, l’equanimità, la sofferenza, la benevolenza
- Le meditazioni con visualizzazione: il corpo di luce, la purificazione, il Buddha, il calore interiore

 


Le pratiche di meditazione di tradizione tibetana sono così vaste e complesse che spesso chi si voglia avvicinare ad esse può rimanere confuso e deluso.
In questo breve percorso di quattro incontri ci introdurremo all’approccio tibetano alla meditazione, presentando gli elementi centrali delle due famiglie di pratiche che si sono sviluppate all’interno di questa tradizione: da una parte le meditazioni concentrative/stabilizzanti (che contemplano, tra le altre, le tecniche di visualizzazione) e dall’altra le meditazioni analitiche. Le prime hanno la funzione di produrre un’alta capacità di centratura senza interruzione e di osservazione del lavoro della propria mente; le seconde hanno lo scopo di riconoscere le distorsioni del nostro sguardo a noi stessi e alla vita che ci circonda. Le prime ci fanno tornare nella nostra casa, abitandola nella sua profondità di luce; le seconde fanno sì che questo nostro ritorno a casa si rifletta e si comunichi nella realtà che ci contiene (la nostra persona e il mondo che abitiamo).

Abbandonare i sogni, i preconcetti, le illusioni del mentale è tornare alla verità delle cose, all’autenticità con me stesso. È lavorare a quegli ostacoli quali rabbia, paura, confusione, agitazione che inquinano la natura originaria della mente.

 

 

Conduce: Gianfranco Bertagni